Vai al contenuto principale

MONGEFITOFOR - Programma di Cooperazione Interreg V-A ITALIA-SVIZZERA 2014/2020

Processionaria del pino

Descrizione dell'insetto

La processionaria del pino è una farfalla molto diffusa in molte regioni dell’Europa meridionale che vive principalmente a spese del pino silvestre e del pino nero. Le larve si nutrono degli aghi dei pini. In ottobre le larve formano dei tipici nidi di seta bianca nelle parti della chioma più esposte al sole. Nei mesi di febbraio-aprile le larve abbandonano i nidi, scendono lungo il tronco, per poi spostarsi sul terreno creando un’ordinata “processione”. Questa tipica modalità di spostamento conferisce il nome con cui il fitofago è comunemente conosciuto. Successivamente le larve mature si interrano e gli adulti sfarfallano in estate al sopraggiungere delle condizioni ambientali idonee.
La processionaria ha un’elevata importanza in ambito forestale per le intense defogliazioni causate dalle larve che, se ripetute negli anni, possono indebolire le piante. Rappresenta inoltre anche una grave problematica di carattere sanitario e veterinario, a causa della presenza di peli urticanti sulle larve. Negli ultimi anni sono stati molto frequenti le segnalazioni di questo insetto a latitudini ed altitudini più elevate, in relazione ai cambiamenti climatici.

Nidi di processionaria
Nidi di processionaria

Non tutti i bruchi sono processionarie

La processionaria ad un occhio non esperto potrebbe essere scambiata con altri insetti. La locandina di seguito riportata mostra alcuni esempi di possibili errate identificazioni.

Progetto di lotta

Al fine di contenere la diffusione dell’insetto e i conseguenti problemi da esso causati, in data 29 luglio 2016, l’Amministrazione regionale ha deciso di adottare la deliberazione di Giunta regionale n. 1015, con la quale è stato approvato il progetto di lotta alla processionaria del pino per il periodo 2016/2020. Il progetto di lotta ha definito gli interventi multidisciplinari da porre in essere al fine di arginare i danni causati dalla processionaria del pino. Per la sua attuazione sono state coinvolte 5 strutture regionali: Corpo forestale della Valle d’Aosta, Forestazione e sentieristica, Flora e fauna, Produzioni vegetali, sistemi di qualità e servizi fitosanitari e Viabilità e opere stradali.

Nell’allegato pdf sono riportate sinteticamente le attività intraprese durante il progetto di lotta.

Video divulgativo sulla processionaria del pino

Video tecnico sulla processionaria del pino

Per informazioni